Le straordinarie avventure di caterina: Venerdì del libro


Recentemente ho letto un articolo su Elsa Morante in merito ad una mostra dedicata ai suoi inediti presso la Biblioteca Nazionale di Roma. Elsa Morante era una bambina prodigio, non ha frequentato le scuole elementari, ha imparato a leggere e a scrivere da sola. I suoi lettori erano i fratelli e già con loro ebbe un grande successo. "Le straordinarie avventure di Caterina" (Einaudi) è stato scritto e illustrato dalla Morante all'età di 13 anni. E' la storia di due sorelle poverissime, Rosetta e Caterina. Rosetta un giorno decide di andare a cercare lavoro, lascia sola Caterina la quale in momento d'ira getta nella spazzatura la sua bambola Bellissima. Quando Caterina si pente e torna a cercare l'amata bambola, non trovandola, si dispera. Assieme ad un affasciante principe si avventura alla ricerca di Bellissima e questo viaggio sarà pieno di sorprese e nuovi incontri.
La prima pubblicazione di "Le straodinarie avventure di Caterina" avvenne nel '42. Il racconto rivela tutta la fervida immaginazione dell'autrice e la sua originalità nel considerare il mondo dell'infanzia secondo canoni nuovi per il tempo.
Questo post partecipa al Venerdì del libro di HomeMdeMamma.