Filastrocca di primavera: poesia del martedì


Filastrocca di primavera
più lungo è il giorno,
più dolce la sera.
Domani forse tra l’erbetta
spunterà la prima violetta.
O prima viola fresca e nuova
beato il primo che ti trova,
il tuo profumo gli dirà,
la primavera è giunta, è qua.
Gli altri signori non lo sanno
E ancora in inverno si crederanno:magari persone di riguardo,
ma il loro calendario va in ritardo.


Filastrocca di primavera di Gianni Rodari